mail unicampaniaunicampania webcerca

    Corso di Laurea in Scienze del Turismo

    Classe di Laurea: L-15

    Durata del Corso: 3 anni

    Crediti: 180 CFU

    Presidente del CdS: Prof. Giuseppe CIRILLO

     

    ISCRIVITI

    Test di ingresso

    Piano di studi A.A. 2017/18

    Piano di studi A.A. 2018/19

    Orario Lezioni

    Programmi degli insegnamenti A.A. 2017/18

    Programmi degli insegnamenti A.A. 2018/19

    Calendario didattico 

     

    ll Corso in Sintesi
    Il Corso di studio ha l'obiettivo di formare operatori del settore turistico, sia pubblico, sia privato, con specifiche competenze per la valorizzazione del turismo culturale e del turismo sostenibile, che costituisce una risorsa fondamentale del territorio regionale e nazionale. Tale obiettivo comporta l'acquisizione di conoscenze specifiche in materia di programmazione delle politiche per il turismo, inteso come fattore di sviluppo economico e competitività territoriale.
    Dette competenze sono sia di carattere tecnico (soprattutto giuridico-economico, ma anche con un'attenzione alle problematiche storico-artistiche) sia di carattere socio-politico, poiché entrambe si rivelano necessarie, nell'attuale contesto, per la corretta programmazione e la proficua gestione dei progetti di intervento culturale delineati soprattutto dalle amministrazioni pubbliche, nonché per la gestione delle attività realizzate nel settore privato.
    Il percorso formativo prevede lo svolgimento di esperienze professionalizzanti di carattere pratico, che verranno acquisite facendo anche ricorso allo strumento del tirocinio, interno ed esterno, nel corso dei quali gli studenti, sotto la guida e la responsabilità dei docenti e di personale selezionato, possono fornire un bagaglio di esperienze necessario affrontare il mondo del lavoro con maggiore consapevolezza dei propri mezzi e soprattutto con maggiore propensione alla soluzione dei problemi pratici quali:

    - elaborazione di progetti in relazione alle principale linee di programmazione pubblica, nazionale e comunitaria;
    - organizzazione turistica, a livello nazionale ed internazionale;
    - gestione con metodo interdisciplinare delle relazioni tra il turismo e i settori dei beni culturali, dello spettacolo, dell'ambiente, della gestione del territorio, che possano completare la preparazione e capacità organizzativa di eventi e prodotti/servizi complessi, finalizzati anche alla comunicazione ed alla gestione dell'informazione;
    - utilizzazione di almeno due lingue, in forma scritta ed orale, dell'Unione Europea oltre all'italiano;
    - utilizzo degli strumenti informatici al turismo, tenuto anche conto che si tratta di un settore ad alto contenuto tecnologico.

    In applicazione degli accordi di cooperazione interuniversitaria stipulati nel 2011, il corso di laurea in Scienze del Turismo ha attivato dall'anno accademico 2011/2012 un programma di scambio con l'Università Linguistica Statale di Pyatigorsk (Federazione Russa). Il programma consiste nell'offerta di borse di studio a studenti selezionati, finalizzate allo svolgimento di un periodo di mobilità di tre o sei mesi presso l'Università di Pyatigorsk. Durante tale periodo gli studenti partecipanti frequentano le attività didattiche offerte in loco e sostengono i relativi esami, che sono successivamente riconosciuti ai fini del completamento del proprio percorso di studio. Nel caso in cui la mobilità si svolga per una durata complessiva di sei mesi, allo studente potrà essere conferito congiuntamente il doppio diploma di laurea con reciproco riconoscimento secondo le regole vigenti in ciascuna università. La SUN conferirà il titolo di laurea in "Scienze del Turismo" e la PSLU conferirà il titolo di Bachelor in "Tecnologia e organizzazione dei servizi di agenzia e di operatore turistico".


    Obiettivi Formativi
    Il Corso di studio ha l'obiettivo di formare operatori del settore turistico, sia pubblico, sia privato, con specifiche competenze per la valorizzazione del turismo culturale e del turismo sostenibile, che costituisce una risorsa fondamentale del territorio regionale e nazionale. Tale obiettivo comporta l’acquisizione di conoscenze specifiche in materia di programmazione delle politiche per il turismo, inteso come fattore di sviluppo economico e competitività territoriale.
    Dette competenze sono sia di carattere tecnico (soprattutto giuridico-economico, ma anche con un'attenzione alle problematiche storico-artistiche) sia di carattere socio-politico, poiché entrambe si rivelano necessarie, nell'attuale contesto, per la corretta programmazione e la proficua gestione dei progetti di intervento culturale delineati soprattutto dalle amministrazioni pubbliche, nonché per la gestione delle attività realizzate nel settore privato.
    Il percorso formativo prevede lo svolgimento di esperienze professionalizzanti di carattere pratico, che verranno acquisite facendo anche ricorso allo strumento del tirocinio, interno ed esterno, nel corso dei quali gli studenti, sotto la guida e la responsabilità dei docenti e di personale selezionato, possono fornire un bagaglio di esperienze necessario affrontare il mondo del lavoro con maggiore consapevolezza dei propri mezzi e soprattutto con maggiore propensione alla soluzione dei problemi pratici quali:

    - elaborazione di progetti in relazione alle principale linee di programmazione pubblica, nazionale e comunitaria;
    - organizzazione turistica, a livello nazionale ed internazionale;
    - gestione con metodo interdisciplinare delle relazioni tra il turismo e i settori dei beni culturali, dello spettacolo, dell'ambiente, della gestione del territorio, che possano completare la preparazione e capacità organizzativa di eventi e prodotti/servizi complessi, finalizzati anche alla comunicazione ed alla gestione dell'informazione;
    - utilizzazione di almeno due lingue, in forma scritta ed orale, dell'Unione Europea oltre all'italiano;
    - utilizzo degli strumenti informatici al turismo, tenuto anche conto che si tratta di un settore ad alto contenuto tecnologico.

    Sbocchi Professionali
    I laureati saranno in grado di svolgere, tra le altre, le seguenti funzioni:
    - esperto in programmazione comunitaria nel settore turistico.
    - consulente ed esperto di progettazione per imprese turistiche e per enti pubblici;
    - responsabile di indagini e rilevazioni per il marketing nel settore turistico;
    - responsabile di area per il turismo presso aziende pubbliche e private;
    - quadro intermedio nel sistema della PP.AA centrale e periferica

    facebook logogoogle plus logo buttonyoutube logotype